A bordo del FLAG

Pesca sostenibile, cosa si sta facendo in Europa?

Di Appuntamenti, News, StorytellingNessun commento

Oggi diamo uno sguardo fuori dai confini nazionali. Ci sono realtà europee che, grazie alla programmazione e alla collaborazione di tutti, stanno ottenendo risultati importanti. Un modo diverso di lavorare e in pratica i pescatori riescono ad ottenere il miglior pesce possibile al miglior prezzo possibile, aumentando i profitti, aiutando il mare e riportando tutte le sue riserve ittiche a livelli sostenibili entro pochi anni.

Guarda questo video di 5 minuti, vale la pena! 🙂

https://it.euronews.com/embed/600532

Piccolo approdo di spiaggia

Nuovo bando per la diversificazione e la nuova imprenditoria nella blue economy

Di Appuntamenti, Avvisi e bandi, News, StorytellingNessun commento

Nuovo avviso pubblico per il FLAG Marche Centro. Il Consiglio di Amministrazione ha approvato il bando che rientra nel piano triennale di azione locale 1.2, dal titolo Incentivi per l’avvio di start up, potenziamento e sviluppo di Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI) già esistenti nel settore della pesca e nei settori collegati (blue economy).

I beneficiari sono dunque le micro, piccole e medie imprese dell’area territoriale del Flag Marche Centro, coincidente con i territori dei comuni di: Ancona, Civitanova Marche, Numana, Falconara Marittima, Porto Recanati e Potenza Picena.

Questo bando intende sostenere la diversificazione e la nuova imprenditoria nei settori della blue economy, attraverso la concessione di incentivi destinati a promuovere lo start up di nuove realtà imprenditoriali in grado di portare innovazione tecnologica, organizzativa e gestionale direttamente nel settore della pesca e nei settori ad essa collegati – ambientale, turistico-culturale, dei servizi tecnologici e dell’artigianato – ; e a sostenere la realizzazione di specifici piani d’innovazione (organizzativa, commerciale, tecnologica, gestionale o di processo) e di sviluppo competitivo di micro e piccole medie imprese (MPMI) già esistenti, finalizzati a rafforzane il posizionamento sullo specifico mercato.

I contributi potranno sostenere la realizzazione d’investimenti e l’acquisto di servizi e dotazioni strumentali di sostegno allo sviluppo delle capacità imprenditoriali degli operatori, necessari per la realizzazione del progetto di avvio o di sviluppo ed innovazione aziendale.

Le domande devono essere presentate obbligatoriamente entro le ore 12 del 16 dicembre 2019.

Le info dettagliate sono all’indirizzo web https://www.flagmarchecentro.eu/news/avviso-pubblico-per-la-presentazione-delle-domande-di-contributo-in-attuazione-dellazione-1-2-incentivi-per-lavvio-di-start-up-potenziamento-e-sviluppo-di-micro-piccole-e-medie-im/.

A Formia e Gaeta la Giornata Nazionale sull’Economia del Mare

Di Appuntamenti, News, StorytellingNessun commento

Si avvicina la V Giornata Nazionale sull’Economia del Mare che sarà celebrata a Formia e Gaeta dal 24 al 26 ottobre.

Un appuntamento per ribadire l’importanza della risorsa mare per il nostro Paese, sia dal punto di vista ambientale che da quello economico, oggi quanto mai sempre più strettamente legati tra loro.

La blue economy costituisce il 3,3% del PIL italiano e ha un fattore moltiplicativo del 1,9% che porta i 47 miliardi del giro d’affari diretto a quasi 100 miliardi considerando l’impatto su altri settori e mercati, come quello della produzione ittica, turistico, alberghiero, commerciale.

Le imprese che ci operano a livello nazionale sono quasi 200mila dai dati delle Camere di commercio italiane, alla data del 31 dicembre 2018, e rappresentano il 9,5% del sistema imprenditoriale nazionale.

Andando nel dettaglio delle attività il 44,5% si occupa di servizi di alloggio e ristorazione, strettamente legato al turismo; il 16,8% di filiera ittica, che va dalla pesca alla vendita al consumatore; il 15,2% di attività sportive e ricreative e il 13,6% di cantieristica navale. Seguono a distanza, la movimentazione marittima di merci e persone, definito anche come “trasporti marittimi” (5,7%), le attività di ricerca, regolamentazione e tutela ambientale (3,8%) e l’industria delle estrazioni marine, con meno di 500 aziende.

Da sottolineare che questa crescita del settore sta producendo valore per l’Italia anche con ricadute occupazionali significative grazie al rilancio del turismo di costa.

Marche tra le prime regioni ad avere la legge sull’ittiturismo

Di Appuntamenti, News, StorytellingNessun commento

Le Marche sono tra le prime regioni in Italia ad avere la legge sull’ittiturismo. Dopo un lungo percorso di un anno, il Consiglio regionale, infatti, questa settimana ha dato il via libera alla proposta di legge “Promozione della multifunzionalità nel settore della pesca marittima e del turismo marittimo”.

Si tratta di un tassello importantissimo per il settore e per la sua sostenibilità. Non solo pesca, ma anche attività legate al turismo: una vera rivoluzione.

In pratica, sarà possibile accogliere a bordo delle imbarcazioni persone che non fanno parte dell’equipaggio per finalità turistico-ricreative: dalla pesca sportiva alla didattica fino alla ristorazione, a bordo o a terra.

La legge definisce anche l’ittiturismo e l’accoglienza con la formula del “boat and breakfast”, pernottamento e prima colazione a bordo delle imbarcazioni attraccate in porto. Per la parte gastronomica, la Regione promuove gli accordi di filiera con i produttori locali per favorire l’utilizzo dei prodotti da filiera corta e provenienti dal mercato locale.

Inoltre, grazie a questa legge gli imprenditori ittici avranno la possibilità di ristrutturare, con l’attivazione del Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca, imbarcazioni, immobili ed edifici deputati alle attività di ittiturismo.

World Maritime 2019

Di Appuntamenti, News, StorytellingNessun commento

Guardiamo al di là dei confini locali, perché si sta avvicinando il World Maritime 2019. La giornata della comunità marittima viene celebrata nel mondo il 26 settembre e quest’anno è caratterizzata da un tema di genere, ossia “Responsabilizzare le donne nella comunità marittima”. Si tratta di un’ulteriore importante occasione di sensibilizzazione sull’importanza dell’uguaglianza di genere, in linea con gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite, e del contributo delle donne nel settore marittimo, oggi troppo poco valorizzato.

In un comparto storicamente dominato dagli uomini è lo stesso IMO – International Maritime Organization – a ritenere che l’empowerment delle donne alimenti economie fiorenti, stimoli la produttività e la crescita e produca vantaggi per tutti gli stakeholder della comunità marittima globale. Attraverso l’uguaglianza di genere e il programma di rafforzamento delle capacità, l’IMO incoraggia gli Stati membri a potenziare il ruolo delle donne nel settore, affiancando gli uomini nei loro istituti marittimi e acquisendo l’alto livello di competenza richiesto dall’industria marittima. A tal proposito, l’organizzazione sostiene l’uguaglianza di genere e l’emancipazione delle donne attraverso borse di studio specifiche, facilitando l’accesso a una formazione tecnica di qualità nel settore marittimo nei paesi in via di sviluppo e creando l’ambiente in cui le donne possano ricevere riconoscimento e trovare opportunità di sviluppo della carriera nelle amministrazioni marittime, nei porti e negli istituti di formazione marittima.

I video dal nostro canale YouTube

Foto gallery